area urbanacalabriaComunicati Stampa

Cellara e Parenti protagoniste della Gulia Urbana

Anche quest’anno la Valle del Savuto ospiterà una nuova edizione del Festival di street art “Gulìa Urbana”, promosso dall’associazione “Rublanum”.

E’ esattamente la nona edizione e vedrà come scenari l’ormai fedelissimo Comune di Parenti, che da quattro anni sviluppa sempre più nuovi spazi per le opere di artisti nazionali e internazionali e il Comune di Cellara, alla sua prima collaborazione con il progetto.

Protagonisti dell’evento saranno artisti fedelissimi da anni al Gulia Urbana come Tony Gallo, lo street artist padovano che ha già donato, sulle pareti del piccolo paese della Sila, una poetica opera lo scorso anno e che di nuovo sarà ospite del Comune di Parenti.

Ci sarà poi la britannica Helen Bur, nuova al territorio della Calabria, ma già conosciuta per la collaborazione di Novembre all’evento “Wake up”, realizzato a Latina dal Centro Antiviolenza Donna Lilith con la partecipazione di Rublanum; il già conosciuto Dimitris Taxis, artista greco che torna dopo un anno dal suo intervento a Mangone.

Sarà poi il Comune di Cellara il secondo paese che ha deciso di cimentarsi in questo percorso di rivalutazione degli spazi urbani, accogliendo , per la prima volta, la realizzazione di opere di streetart. Nello specifico saranno protagonisti la “Bro Crew”, fedelissimo collettivo dell’evento “Gulìa Urbana”, formato da Mario Verta e Amaele Serino; Claudio Chiaravalloti, in arte “Morne”, storico componente dell’OCZB Crew di Catanzaro; lo spagnolo Slim Safont, giovanissimo artista già conosciuto nel panorama internazionale della Street Art.

Il festival manterrà la sua realizzazione artistica in totale normalità, nonostante le dovute precauzioni per prevenire il contagio da Covid 19. Purtroppo, per il divieto di assembramento, saranno rimandati al prossimo anno i laboratori ricreativi per i bambini così come i convegni in presenza col pubblico dei Paesi ospitanti del progetto.

X
X