Corriere della Calabria – Rosarno, sigilli ai beni dei Cacciola

REGGIO CALABRIA Beni immobili e prodotti finanziari riconducibili a Francesco Cacciola sono stati sequestrati dai carabinieri del comando provinciale di Reggio. L’uomo è ritenuto dagli inquirenti, elemento di spicco del clan “Cacciola-Grasso”, operante nel territorio di Rosarno ma con ramificazioni sia nel Nord Italia sia all’estero.
Il provvedimento, eseguito dai militari, trae origine dagli sviluppi dell’operazione “Scacco matto- Mauser”, conclusa dall’Arma reggina in più riprese fra il 2014 e il 2016, che vedeva Cacciola indagato per associazione finalizzata alla produzione e al traffico di sostanze…


Seguici anche su Facebook
X
X
X

Utilizzando CosenzApp accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi