calabriaCosenza

Due vini cosentini fra i 100 “Top Hundred 2019 d’Italia” protagonisti di Golosaria a Milano

Si terrà a Milano Golosaria, una fiera enogastronomica che ospiterà 300 artigiani del gusto, 100 cantine, 20 cucine di strada con oltre 80 eventi in programma dal 26 al 28 Ottobre.
Proprio in questi giorni sono state svelate le 100 cantine Top Hundred (con i loro 100 vini migliori d’Italia) che, secondo gli assaggi di Paolo Massobrio e Marco Gatti, meritano il podio all’interno della manifestazione. Una sfida che compie 17 anni, resa più entusiasmante dal fatto che ogni anno vengono premiate nuove realtà, mai premiate negli anni precedenti. Due le cantine cosentine presenti nella Top Hundred: Tenuta Celimarro con il vino bianco autoctono Montonico 2018 e Cantine Elisium con il vino rosso autoctono Capumasca (Magliocco Dolce). Conosciamole meglio!
Si estende per 4,5 ettari il vigneto dei fratelli Andrea e Marco Caputo che, dal 2005 portano avanti il progetto Elisium. I vigneti, situati nella frazione Borgo Partenope a Cosenza, sono circondati da uliveti secolari e vantano la presenza di ceppi autoctoni della zona: Magliocco Dolce – a bacca rossa e Pecorello – a bacca bianca. I loro vini sono i classificati come “I più buoni d’Italia”: infatti, il loro bianco Petrara è portatore di una stella d’oro nella prestigiosa guida dei “Vini più buoni d’Italia” del 2016 così come anche il Rosato Ispico Calabria IGP, premiato con tre viti e mezzo nella guida Vitae 2017 dall’Associazione Italiana Sommelier (AIS).

Si compone di circa 20 ettari di vigneti e di uliveti secolari la Tenuta Celimarro, un’azienda situata a Castrovillari, nata nel 2006 e guidata dal giovane enologo Dott. Valerio Cipolla che vanta di quattro importanti etichette, tra le quali spicca il Magliocco DOP Terre di Cosenza Pollino; vino che è stato inserito come “Vino da non perdere” nella guida “Vini Buoni d’Italia 2019” che ha inoltre guadagnato 3 viti su 4 sulla guida Vitae 2019 dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS) e 4 grappoli su 5 sulla guida Bibenda 2018 e 2019 della Fondazione Italiana Sommelier. Ma non solo rosso: anche il Greco Bianco e l’ Oltre Tempo rosato hanno ottenuto 4 grappoli su 5 nella guida dei vini Bibenda 2018. Il Greco Bianco è stato da poco inserito come “Vino da non perdere” nella guida “Vini Buoni d’Italia 2020”,


X
X