In cucina

CUDDRURIADDRI – La ricetta di Simona

Cuddruriaddri Vecchiareddre e “panzotti filanti/piccanti”

Ingredienti:

  • 1kg di farina 00
  • 500 gr di patate possibilmente vecchie e pesate con la buccia
  • 25 gr di sale
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • Acqua tiepida q.b.

Frittura:
Olio per friggere oppure olio di semi di girasole

Ripieno eventuale:
Alici salate*
Variante di Simona** : caciotta brigante o formaggio pecorino fresco, una puntina di ‘nduja

Procedura:
Lavate accuratamente e successivamente lessate le patate con la buccia, una volta cotte scolatele e senza spellarle schiacciatele con uno schiaccia patate (la buccia vi resterà all’interno e voi avrete solo la polpa).  Suggerisco dopo una prima schiacciatura di ripetere l’operazione avendo di cura di rimuovere le bucce residue dello schiaccia patate e poi otterrete così un composto più fine. Lasciate intiepidire per un po’.

Nel frattempo pesate la farina, mentre in una ciotolina mettete il lievito sciolto in poca acqua e quindi iniziate ad impastare, (assicuratevi prima che le patate non siano bollenti!). Versando il lievito e poco per volta la farina,  alternate con dell’acqua tiepida qualora ci si renda conto che la pasta sia dura. Unite il sale sulle ultime battute d’impasto . Lavorare la pasta energicamente sbattendola un po’ sul piano di lavoro e ultimato il tutto, lasciate riposare in una ciotola per 15/20 minuti così la pasta si “rilasserà ” un po’.

Formate i panetti classici (regolate voi la grandezza), riportateli su un piano leggermente infarinato e lasciate lievitare fino al raddoppio, coprendo bene da correnti d’aria.
Preparate l’olio, che dovrà essere caldo e abbondante.  A questo punto dovrete essere rapidi, formate un buco al panetto e immergete subito, aiutatevi con il manico di un mestolo di legno per evitare che il buco si chiuda o restringa. Dare una cottura viva ma non eccessiva altrimenti si bruciano e restano crudi all’interno.

Disporre su carta assorbente, e mangiare caldi! Saranno una delizia!

X
X