In cucina

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di S. Giuseppe

È un dolce presente in ogni vetrina di pasticceria e panetterie! Immancabile per la festa della Papà e qui a Cosenza è un rito consumarla durante la famosa Fiera di S. Giuseppe! Ecco a voi la mia ricetta

Ingredienti:

  • 225 gr di farina 00
  • 250 gr di acqua
  • 125 gr di burro
  • 330 gr di uova intere (6 uova circa)
  • 2 gr di sale

Crema:

  • 500 gr latte intero
  • 5 tuorli (oppure 3 tuorli e 1 intero)
  • 130 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di amido di mais
  • Limone (la buccia)
  • Un pizzico di vaniglia

Facoltativo(2-3 cucchiai di panna montata)
Olio per friggere di arachidi (se vogliamo le zeppole fritte)

Inoltre:

  • Amarene sciroppate
  • Zucchero a velo

Procedura:
Mettiamo in una pentola a bordi alti l’acqua con il burro tagliato a cubetti e lasciamo andare prima a fuoco basso poi solleviamo la fiamma, aggiungiamo il sale e una volta raggiunta l’ebollizione , in un colpo solo, uniamo la farina girando con un mestolo di legno affinché si stacchi dalle pareti allontaniamo dal fuoco e lasciamo così intiepidire. Una volta che il composto è tiepido tendente al freddo, aggiungiamo un uovo per volta con l’aiuto di una planetaria o un frullino da cucina (non dobbiamo aggiungere le uova tutti insieme ma lasciare che si assorba il primo per poi aggiungere il secondo e via discorrendo). Trasferiamo in una sacca a poche e con un beccuccio a stella, in una teglia coperta di carta forno, diamo la forma classica delle zeppole facendo suppergiù due giri quasi sovrapposti. La cottura si deve stare in forno preriscaldato che dovrà avere la temperatura di 240°, una volta passati in forno bisogna abbassare la temperatura a 220° e lasciarli dentro per circa 10 minuti, a questo punto diminuiamo ancora a 180° e continuiamo la cottura per 25 minuti. Se necessario prolunghiamo ancora per altri 5 minuti a 150°. Una volta che le zeppole saranno ben dorate, apriamo leggermente il forno facendo fuoriuscire il vapore ma non togliamo ancora la teglia. Quando il fosso sarà tiepido possiamo sfornare le nostre zeppo le e poggiandole su una gratella.
Se procediamo con la versione scritta allora suggerisco di ritagliare dei pezzetti di carta forno sulla quale andrò a creare la classica forma della zeppola sarà molto comodo poterle passare in frittura. Lasciamo che si dorino ad una temperatura sostenuta ma non eccessivamente alta dopodiché passiamo su carta assorbente e lasciamo intipidire.

Prepariamo la crema:
Per preparare la crema suggerisco un metodo molto rapido che vi farà accorciare i tempi di attesa per quanto riguarda l’addensarsi del prodotto.
Mettiamo il latte in una pentola con la buccia del limone e un pizzico di vaniglia lasciamo che si riscaldi molto bene ma non facciamo sobbollire. Nel frattempo
montiamo le uova con lo zucchero rendendole belle spumose, poi setacciamo l’amido di mais e senza smontare la massa amalgamiamo il tutto.
A questo sito uniamo il composto alla alziamo la fiamma e solo quando vediamo le bolle dell’atte iniziamo a mescolare con molta energia, la crema infatti prenderà subito consistenza. Copriamo con pellicola a contatto e lasciamo che si raffreddi.
Quando la crema e ben fredda possiamo scegliere se unire due o tre cucchiai di panna montata, io personalmente preferisco una crema più leggera se così si può dire; altrimenti potete tranquillamente ad operare la classica pasticciera.

Dividiamo le nostre zeppole a metà e con l’aiuto di una sacca a poche farciamole di crema. Richiediamo e sopra andiamo a fare un altro ciuffo di crema che verrà adornato con un’amarena sciroppata e una spolverata leggera di zucchero a velo.

Le nostre zeppole sono pronte per essere mangiate.

X
X