calabriaComunicati Stampa

La settimana Europea dello sport, a Rende dal 26 al 30 settembre

Prosegue a passo spedito l’iter verso il 2023 per Rende, nominata Città Europea dello Sport.

Dal 26 al 30 settembre il Parco Acquatico sarà infatti scenario di una serie di iniziative sportive volte a rafforzare i legami con le realtà associative presenti sul territorio ed essere strumento efficace per immaginare e plasmare il futuro. 

Giovani, inclusione ed uguaglianza sono solo alcuni dei temi che caratterizzano l’evento di spessore internazionale promosso dall’amministrazione comunale, insignita del titolo di Citta Europea dello Sport per il 2023, con Aces Italia, Mps, e il gruppo Declathon.

Rende Città Europea dello Sport per il 2023 è sinonimo di cultura, urbanistica innovativa, commercio, natura e sport. Il verde, i parchi, le strutture sportive all’avanguardia fanno della nostra città una realtà molto vivibile e sostenibile ci hanno portato a raggiungere il prestigioso titolo di “Città europea dello Sport 2023“, ha affermato il consigliere di maggioranza con delega allo sport del Comune Giovanni Gagliardi che ha poi aggiunto: “mai come oggi, dopo mesi di incertezze e isolamenti causati dalla pandemia, lo sport può e deve rappresentare vita, speranza ed una incredibile risorsa educativa, capace di riprodurre su un piano simbolico la realtà della vita, che è fatta di impegno, sacrificio, sofferenza, lotta, ma anche soddisfazione, gioia, felicità e speranza. Questo titolo è l’esito di un programma che il comune di Rende manda avanti sul territorio da anni portando avanti l’idea di sport accessibile per tutti e costruendo sul territorio un tavolo permanente con le maggiori associazioni, anche sportive, degli sport inclusivi varando proposte e riforme nell’ottica di una accessibilità e sostenibilità territoriale dove gli sport paralimpici siano praticabili“.

La Settimana Europea dello Sport – ha proseguito Gagliardi – si pone come obiettivo quello di coinvolgere grazie al prezioso aiuto di tutte le associazioni sportive del territorio, gli istituti scolastici, i ragazzi, le famiglie, e tutta la popolazione così da promuovere e sensibilizzare tutti alla pratica dell’attività sportiva che offre il nostro territorio. Sarà una settimana intesa dedicata totalmente al mondo dello sport con delle vere e proprie dimostrazioni delle tante discipline coinvolte: Basket, Pattinaggio, Ginnastica Artistica, Rugby, Danza, Taekwondo, Breakdance, Tennis, Padel, Calcio e tante altre ancora“. 

Per la città di Rende –ha dichiarato Giovanni Bilotti, membro della Consulta per lo Sport- fondamentale è l’aspetto inclusivo dello sport: particolare attenzione, infatti, in questi anni è stata dedicata alle discipline paralimpiche e all’abbattimento delle barriere architettoniche, non a caso la Polisportiva Olympia sarà protagonista dell’evento con i suoi valorosi ragazzi pronti a farci emozionare con le dimostrazioni del Torball e del Goalball. Un lavoro sinergico con tutte le associazioni, federazioni, gli enti nazionali e territoriali, una settimana speciale in vista del 2023. Un percorso intenso per Rende Città Europea dello Sport. Lo sport e l’attività fisica sono vettori di inclusione nelle comunità. Lo sport accessibile a tutti è valore fondante ed essenza della campagna della Settimana europea dello sport“. 

“Il riconoscimento che vede Rende Città Europea dello Sport 2023 è frutto di un lavoro sinergico che dà prestigio e offre significative opportunità non solo all’area urbana ma alla Calabria intera nel segno della sostenibilità e dell’inclusione“, ha concluso il consigliere Gagliardi.

X
X
X