Quicosenza

Fine della zona rossa ad Acri e San Giovanni in Fiore. Capalbo “non è un liberi tutti”

COSENZA – Acri e San Giovanni in Fiore nel cosentino e Cutro in provincia di crotonese, escono dalla zona rossa e tornano in arancione per effetto della fine dell’ordinanza del presidente f.f. Spirlì che il 26 aprile aveva prorogato la zona rossa fino al 3 maggio. I comuni, già interessati dalle misure della “zona rossa”, negli ultimi 7 giorni presentavano ancora una elevata incidenza di nuovi casi confermati rispetto alla popolazione residente e per questo erano state confermate le misure. Ad Acri gli attualmente positivi cono una quarantina, mentre nel comune della Sila sono 139.

La situazione è comunque migliorata in tutti e  due comuni del cosentino anche se il sindaco di Acri Pino Capalbo ha evidenziato come il passaggio alla zona arancione non significa affatto liberi…

X
X