‘Ndrangheta, lotta al clan Muto di Cetraro, chieste 39 condanne Il pm ha proposto pene da due fino a 20 anni di carcere

CATANZARO – Il sostituto procuratore di Catanzaro Alessandro Prontera ha chiesto la condanna per tutti i 39 imputati al termine della sua requisitoria nel processo, con rito abbreviato, scaturito dalle operazioni “Frontiera” e “Cinque lustri” (LEGGI LA NOTIZIA DELL’OPERAZIONE CINQUE LUSTRI) che hanno sgominato il clan Muto di Cetraro (Cosenza) e la rete degli imprenditori di riferimento.

Nel corso della sua requisitoria il pubblico ministero ha chiesto pene comprese tra i 20 anni e i 2 anni. La pena più alta è stata richiesta per Franco Cipolla, detto “Tabacco”, di Cetraro, e Guido…


Seguici anche su Facebook
X
X
X

Utilizzando CosenzApp accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi