Scopri prossimi eventi a Cosenza e Provincia

...

  • Apri evento
    3 Marzo 10:30
    Dom 3 Marzo | Visita Guidata alla Galleria Nazionale di Palazzo Arnone | Cosenza
  • Apri evento
    4 Marzo 21:00 A 23:00
    Stefano De Martino al Teatro Rendano di Cosenza con “Meglio Stasera”
  • Apri evento
    7 Marzo 10:00 A 18:00
    Recruiting Hackathon
  • Apri evento
    8 Marzo 18:30
    Commedia teatrale “8 donne e il figlio di mamma’”
  • Apri evento
    8 Marzo 20:00 A 0:00
    Festa della donna
X

Pubblica qui il tuo evento
area urbanaComunicati Stampa

“Se di notte, d’inverno, un viaggiatore”: la mostra collettiva a Cosenza

Aprirà Sabato 20 gennaio 2024, alle ore 18.30 la mostra collettiva “Se di notte, d’inverno, un viaggiatore”, negli spazi di OVO Officina Visuale Orizzontale, a Cosenza.

Un percorso tra le opere di Luciano Brega, Andrea Gallo, Giuseppe Martire, Francesca Mazzagatti, Franco Paternostro e Michele Stagni. Gli artisti, pure utilizzando linguaggi espressivi molto differenti, condividono tutti una forte attenzione per il colore che si esprime nella ricerca di una gamma cromatica personale (come in Brega, Gallo, Mazzagatti), nei rapporti di armonia e contrasto di toni e tinte (come in Martire e Stagni), nella sperimentazione di effetti cromatici tramite la ricerca sui materiali (come in Paternostro).

Questa mostra apre un calendario di esposizioni ed eventi programmati per il 2024 da OVO, uno spazio di formazione e diffusione delle arti visive situato nel quartiere Rivocati di Cosenza, che ha sempre fatto dell’essere uno spazio gestito da artisti e rivolto ad artisti e appassionati d’arte il suo punto di forza.

Il titolo (quasi) rubato al romanzo di Calvino, vuole evocare una riflessione sulla opportunità: così come il lettore di Calvino legge mosso dal desiderio – pur continuamente frustrato – di raggiungere l’agognato finale, ugualmente per l’amante dell’arte è forse inedito, ma immaginiamo eccitante, andare a una mostra per il solo gusto di vedere le opere. Dimenticando per qualche momento l’autore e alla sua biografia, il critico e alle sue ricerche, il sistema dell’arte e alle sue regole, le implicazioni sociali, politiche e culturali e alle altre condizioni che di frequente marginalizzano l’opera, riducendola a pretesto o abbellimento.

Dopo la serata di apertura la mostra proseguirà, e sarà visitabile su appuntamento, fino al 16 febbraio 2024.